Il dono del cero ad Alzate Brianza: «Un gesto che unisce il territorio»
Territorio

Il dono del cero ad Alzate Brianza: «Un gesto che unisce il territorio»

Da 35 anni è uno dei momenti più sentiti dell’evento di Alzate. Ogni anno, infatti, l’amministrazione comunale del paese brianzolo dona un cero al Santuario della Madonna di Rogoredo. Ieri sera la cerimonia, partita dal centro del paese, con il corteo fino alla chiesa, accompagnato dalla banda di Anzano, e la messa finale alla presenza di numerosi amministratori del territorio. Tra loro anche il sindaco di Como, Mario Landriscina.
«Un gesto che vanta radici storiche importanti», ricorda Giovanni Pontiggia, presidente della Bcc Brianza e Laghi (sponsor dell’evento), che era primo cittadino di Alzate quando iniziò la tradizione. «Di fatto – aggiunge – la Fiera cade nel periodo di fine estate, in una zona che ha sempre avuto un tessuto economico contadino: segna un momento di ringraziamento per la fertilità e una richiesta di protezione per il futuro».
Una unione, quindi, tra la celebrazione religiosa e un momento di festa più laico. A suggellare questa sinergia, la donazione del cero. «Fu ideata all’inizio degli anni ’80 con l’allora parroco Don Livio Galbusera – spiega ancora Pontiggia – È un gesto di devozione della comunità verso la Madonna, che vuole unire tutto il territorio, i credenti e anche i non credenti e che ha un grande valore».
Pontiggia si sofferma anche sulla presenza ad Alzate, sia nel 2017 che in questo 2018, di Mario Delpini, arcivescovo metropolita di Milano, alle messa delle 5.30 dell’8 settembre. Oggi, infatti, lo stesso Delpini nel Duomo di Milano, presiederà poi il solenne Pontificale per la festa di Santa Maria Nascente.
«Per la Diocesi di Milano è una giornata di grande importanza – conclude – Trovo molto significativo che per l’arcivescovo inizi proprio nel Santuario di Alzate».
Sulla donazione del cero si sofferma anche l’attuale sindaco del paese brianzolo, Massimo Gherbesi. «Un gesto che unisce la comunità civile e religiosa – spiega – Una testimonianza di vicinanza che va oltre il nostro territorio, come testimonia la presenza di molti amministratori, che hanno partecipato a corteo e messa».

8 settembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto