Il Festival di Arzo compie vent’anni

Bandiera svizzera

Il “Festival di narrazione” di Arzo, in Canton Ticino, è alla ventesima edizione ed è una appuntamento di fine estate immancabile per chi ama il teatro. Si svolgerà dal 29 agosto al 1° settembre.
Sabato 31 agosto, alle 18.30, debutta ad Arzo lo spettacolo Il taccuino di Simone Weil, dal romanzo di Guia Risari, per la regia di Irene Fioravante, con Monica Ceccardi. In scena, in un monologo dedicato ai ragazzi, l’attrice narra attraverso il racconto della sua vita e dei suoi viaggi una delle più grandi pensatrici del Novecento: Simone Weil.
Domenica 1° settembre alle 16.15 Naya Dedemailan è in scena, per la regia di Roberto Anglisani, con Se mi Amy. Lo spettacolo risponde al desiderio dell’artista di riflettere sul mondo adolescenziale e sulle sue fragilità, attraverso la creazione di spettacoli potenti e vitali. Con Se mi Amy, l’attrice, affronta il tema della dipendenza da alcool, di cui sono vittima i due giovani protagonisti, Elen ed Alan. La scena si anima con la loro fragilità e la loro lotta, con le sfiancanti battaglie, le piccole vittorie e le brucianti ricadute. Sullo sfondo, come compagna di viaggio, con la sua voce e la sua parabola tragica, c’è Amy Winehouse, la grande cantante inglese scomparsa otto anni fa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.