Il futuro all’Insubria: garantita la didattica a distanza

Chiostro di Sant'Abbondio università dell'Insubria di Como

Lezioni in presenza per gli studenti dei corsi magistrali e per le matricole, on-line per tutti gli altri e per chi sceglierà di non tornare in aula: queste le linee principali su cui si articolerà l’inizio del prossimo anno accademico all’Università dell’Insubria.
«La situazione è molto complicata – spiega il professor Mauro Ferrari, delegato alla didattica – Dobbiamo prevedere più alternative, perché è difficile capire cosa succederà. Abbiamo 37 corsi di laurea tra Como e Varese. Con le attuali misure anti-contagio, le nostre strutture non ci permettono di riportare in ateneo tutti gli studenti, visto che l’occupazione massima delle aule ad oggi è di un terzo».
«L’intenzione – aggiunge – è di organizzare lezioni in presenza per i corsi magistrali, che sono i meno numerosi e quindi più gestibili con il mantenimento delle distanze, e per le matricole, che saranno le più spaesate. Riporteremo in presenza anche tutte le attività di laboratorio, che già prevedono piccoli gruppi. A Como abbiamo ad esempio le attività dei corsi di Chimica, Fisica e Scienze Ambientali».
Tutte le lezioni, anche quelle in aula, saranno comunque trasmesse in forma telematica almeno fino a dicembre, e gli studenti avranno la possibilità di scegliere se seguirle in ateneo o da casa.
Gli esami continueranno a svolgersi online, ma l’intenzione è di riportare in presenza le sessioni di laurea, che inizieranno a settembre.
«Chiuderemo la sessione estiva degli esami in modalità telematica, così come successo in questi mesi segnati dall’emergenza sanitaria – dice il professor Ferrari – Si parla di numeri importanti, perché tutti gli esami si concentrano in tre settimane. Vorremmo invece gli studenti in aula almeno per la laurea».
I mesi di lockdown hanno messo a dura prova scuole e università. «La didattica a distanza è andata bene e può essere di qualità se preparata adeguatamente – conclude – Ci stiamo organizzando in modo migliore in vista di settembre. Poi si valuterà in base all’evolversi della situazione. I professori hanno voglia di tornare in aula».

«Insubria, ai blocchi di partenza!» è il format scelto dall’Università per rispondere a ogni possibile quesito in vista dell’apertura delle immatricolazioni, che si potranno effettuare online dal 16 luglio per tutti i corsi ad accesso libero.
Click day il 16 luglio anche per Economia triennale, che da quest’anno è a numero chiuso, con 640 posti che saranno assegnati in ordine cronologico di presentazione della domanda. Per i corsi ad accesso programmato i bandi, in fase di pubblicazione online, riportano tutte le informazioni su modalità e scadenze per l’ammissione. Dal 13 al 15 luglio sono in programma incontri e question time on-line sui corsi di laurea.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.