Il Giro d’Italia riparte dopo il giorno di pausa: Ballerini e Spreafico fissano gli obiettivi

Venerdì 23 ottobre il Giro d'Italia passerà per il Lario (Foto Gian Mattia D'Alberto/LaPresse)

Giorno di pausa, ieri al Giro d’Italia. La prima, dal via della “Corsa rosa” in Sicilia. Oggi la gara riprende con la frazione Lanciano-Tortoreto, di 177 chilometri. In testa alla classifica il portoghese Joao Almeida (Deceuninck-Quick-Step), con 30’’ di vantaggio sull’olandese Wilco Kelderman (Team Sunweb). Miglior italiano, Domenico Pozzovivo (Ntt Pro Cycling), a 53’’ dalla maglia rosa.
Due i lariani al via della competizione, Davide Ballerini (compagno di squadra di Almeida) e Matteo Spreafico (Zabù-Brado-Ktm).
Il primo, terzo nella volata della tappa terminata a Villafranca Tirrena, è 102° in classifica generale e quinto in quella a punti (maglia ciclamino). Spreafico è 150°.
In attesa di ripartire per entrambi è tempo di fare un primo bilancio e, allo stesso tempo, di tracciare un obiettivo in vista delle prossime frazioni.
«Il mio bilancio è positivo – spiega Davide Ballerini, 26 anni, canturino – La condizione c’è ancora e cercherò sempre di essere lì davanti a giocarmi qualche tappa; spero ci possa essere qualche opportunità e farò di tutto per sfruttarla».
«Ovviamente l’obiettivo più importante in questo momento per me e per la mia squadra è di tenere la maglia rosa – aggiunge – Finora ci siamo riusciti e cercheremo di proseguire: è sempre bello poter avere il simbolo del primato. Anche Almeida è ben felice per questa situazione: è giovane ed alla prima esperienza in una corsa a tappe di così grande rilievo; nulla è facile, ma noi non lasceremo nulla di intentato per proseguire allo stesso modo».
Davide Ballerini ha già preso parte al Giro d’Italia, mentre Matteo Spreafico, nato a Erba nel 1993, è al suo esordio nella “Corsa rosa”. «La prima settimana è stata molto impegnativa – afferma Matteo – sia a livello di gambe che di concentrazione, ma me lo aspettavo: siamo al Giro d’Italia, non a una gara qualunque. Il mio direttore sportivo Luca Scinto mi ha fatto stare tranquillo, chiedendomi di dosare le energie».
«A livello di team – aggiunge l’atleta brianzolo – stiamo correndo bene; cerchiamo una vittoria di tappa con il nostro leader Giovanni Visconti, che ha tutte le carte in regola. Per noi e per i nostri sponsor sarebbe molto importante. Finora l’abbiamo sfiorata ma non ancora raggiunta. Lo stesso Visconti è secondo nella classifica degli scalatori: la maglia blu è sicuramente un obiettivo».
E a livello personale Spreafico quale traguardo si pone? «Questa settimana cercherò di mettermi un po’ in mostra, condizione permettendo; fino ad ora abbiamo vissuto giornate intense, soprattutto quella d domenica, con freddo e pioggia. Ieri ho cercato di recuperare. Adesso spero di trovare un pizzico di gamba prima di tutto per dare il supporto alla squadra» conclude Matteo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.