Il Giro Rosa-Iccrea per ora parla solo straniero

Alice Gasparini Greta Marturano

Non era certo una tappa disegnata per le squadre di Alice Gasparini e Greta Marturano, la prima cronosquadre del Giro Rosa-Iccrea, ma neppure le uniche due pro comasche si sarebbero forse aspettate un simile dominio straniero al Giro Rosa-Iccrea.

La classifica al termine dei 18 chilometri tra Cassano Spinola e Castellania Coppi, in provincia di Alessandria, non parla italiano (di squadra) fino alle 13ª piazza. Sul gradino più alto del podio sono salite le vincitrici dell’ultimo Campionato del Mondo della specialità, la Canyon-Sram.

La migliore delle formazioni italiane è la BePink (13ª), mentre Alice Gasparini con la sua Eurotarget – Bianchi – Vittoria è arrivata al 17° posto con 3’02” di distacco e Greta Marturano con la Top Girls Fassa Bortolo in 23ª e penultima posizione, con un distacco di 5’08” secondi. Ma il Giro è appena partito.

Lunedì in Brianza
La quarta tappa, la Lissone-Carate Brianza, prevede l’attraversamento del Comasco. Il via alle 12.15; l’ingresso nella nostra provincia è previsto alle 12.40 a Mariano Comense. La corsa toccherà poi Cantù, Capiago Intimiano, Montorfano, Alzate Brianza, Anzano del Parco, Monguzzo, Merone per poi spostarsi nel Lecchese, a Molteno. L’arrivo è previsto tra le 14.30 e le 14.48 (a seconda delle media tenuta dalle atlete) sul traguardo di via Cusani a Carate Brianza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.