Il “Lombardia” 2019 dedicato a Felice Gimondi. La presentazione a Bergamo

Mendrisio d'Oro Felice Gimondi e Vincenzo Nibali

Un “Lombardia” che sarà disputato nel ricordo di Felice Gimondi, il campione di ciclismo scomparso lo scorso 16 agosto mentre era in vacanza in Sicilia. A lui sarà dedicata la “classica” di ciclismo in programma il prossimo 12 ottobre.
Come nell’edizione 2018 la partenza sarà da Bergamo, l’arrivo in piazza Cavour a Como dopo il passaggio dal Ghisallo, dal temibile Muro di Sormano, dal Colle di Civiglio e dalla Valfresca.
Un anno fa a dare il via alla corsa c’era proprio Felice Gimondi (nella foto con Vincenzo Nibali), che peraltro è stato due volte vincitore del Giro di Lombardia con il traguardo sul Lario, nel 1966 e nel 1973. Rcs Sport, che organizza la gara, ha già annunciato che sia a Bergamo, sia a Como è prevista una serie di eventi in sua memoria.
Lunedì prossimo a Bergamo ci sarà la presentazione ufficiale della manifestazione nel municipio della città orobica. Il Comune di Como sarà rappresentato dall’assessore allo Sport Marco Galli affiancato da Paolo Frigerio, guida di CentoCantù, che cura l’organizzazione locale sulle rive del Lario. Oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali, è stata annunciata la presenza di Norma Gimondi, la figlia di Felice.
In attesa di conoscere il calendario delle iniziative che saranno organizzate nel ricordo di Gimondi, sono stati resi noti anche altri eventi che seguiranno la manifestazione.
Pochi minuti dopo l’arrivo a Como, gli addetti ai lavori si ritroveranno allo Yacht Club di Como, per la consegna dei riconoscimenti dedicati alla memoria di Vincenzo Torriani, lo storico patron delle più importanti competizioni ciclistiche del nostro Paese, scomparso nel 1996. Per ora i nomi dei premiati non sono stati comunicati: nell’albo d’oro figurano, tra gli altri, Miguel Indurain, Alberto Contador, Vincenzo Nibali, Bernard Hinault, Eddy Merckx, Fiorenzo Magni e lo stesso Felice Gimondi.
Il giorno dopo il “Lombardia”, domenica 13 ottobre, spazio invece alla omonima “Gran Fondo”, dedicata agli Amatori, che scatterà e terminerà da Cantù. Al pari del percorso dei Professionisti, il tracciato – tutto disegnato fra Brianza e Triangolo Lariano – prevede il passaggio dal Ghisallo e da Sormano (con possibilità di scelta fra il Muro e la strada che porta alla Colma).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.