«Il magazzino non ha i bagni» L’Asl multa Viola

Milleduecento euro
Singolare (e costosa) disavventura amministrativa a carico del dirigente comunale e direttore del cantiere per le paratie Antonio Viola, al quale l’Asl ha comminato una ammenda da 1.200 euro. La causa? Essere formalmente il responsabile del deposito comunale in via Nino Bixio, dove – almeno fino al marzo scorso – si svolgevano attività che prevedevano «l’uso di sostanze nocive e insudicianti» nonostante i lavoratori «non disponessero dei servizi igienici». A mettere nero su bianco queste osservazioni, il 12 marzo scorso, furono gli ispettori dell’Asl di Como. I quali effettuarono un sopralluogo proprio in quei magazzini facenti capo al settore Strade di Palazzo Cernezzi. Settore, per l’appunto, del quale Viola è dirigente. Durante la “visita”, gli ispettori trovarono la situazione appena descritta: i dipendenti del Comune intenti a lavorare, evidentemente maneggiando «sostanze nocive e insudicianti» (quasi certamente le miscele per le strisce pedonali, ndr) nel magazzino di via Bixio. Struttura che, per di più, è priva dei bagni per pulirsi e rinfrescarsi.
Da qui, la richiesta dell’Asl al Comune: provvedere entro i successivi 30 giorni alla realizzazione dei servizi igienici. Impossibilitata per motivi tecnici ad adempiere la prescrizione, l’amministrazione ha optato per un’alternativa. Il materiale depositato in via Bixio, e soprattutto gli operai del servizio Segnaletica, sono stati trasferiti in via Valleggio 26. Una soluzione che ha soddisfatto l’Asl, che comunque ha confermato l’ammenda a carico di Viola (pagata dal Comune).

Nella foto:
Antonio Viola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.