Il miele neozelandese era conservato male: sequestro di vasetti nel Comasco

Carabinieri

Nelle scorse settimane i carabinieri dei reparti tutela agroalimentare hanno ispezionato 14 tra ditte, aziende agricole, oleifici e attività commerciali di mezza Italia.
I controlli sono stati effettuati nell’ambito di servizi preventivi eseguiti nelle regioni Campania, Puglia, Piemonte e Lombardia. Nel Nord Italia l’operazione si è svolta anche in provincia di Como, dove i militari hanno sequestrato svariati vasetti di miele di Manuka (una particolare varietà neozelandese). Il Manuka, prodotto tipico dell’Oceania (Australia e Nuova Zelanda) è un tipo di miele considerato pregiato e con proprietà antibatteriche naturali.
Peccato che quello sequestrato dai carabinieri dei reparti tutela agroalimentare non fosse idoneo al consumo umano.
Aveva infatti valori di idrossimetilfurfurale (Hmf) superiori al limite consentito. Tale valore indica la freschezza del miele e il suo stato di conservazione. Denunciato il titolare dell’azienda che conservava i vasetti.
I carabinieri dei reparti di Salerno e Torino hanno sequestrato complessivamente 120 litri di vino rosso e circa 3 quintali di alimenti per mancanza di rintracciabilità, etichettatura difforme e cattivo stato di conservazione degli alimenti.
I controlli hanno riguardato come detto più regioni d’Italia, da Sud al Nord Ovest.
Dalle verifiche effettuate sono emerse violazioni sia di natura amministrativa sia penale, che hanno condotto al sequestro in provincia di Salerno, di 20 chili di dolciumi per mancanza di rintracciabilità. Il vino era detenuto in eccedenza rispetto alla giacenza contabile. Trovati, in provincia di Napoli, 120 chili di patate privi di indicazioni utili a rinvenire la provenienza e recanti non conformità sanabili di carattere sanitario, come ha poi verificato l’Asl di zona. In provincia di Barletta e Trani, sequestrato un quintale di prodotti lattiero caseari.
Violazioni hanno riguardato anche la non conformi di partite di olio contenute all’interno di silos. In provincia di Foggia i carabinieri hanno trovato 40 vasetti di cime di rape in olio di semi, commercializzati con etichettatura irregolare riguardo l’elenco degli ingredienti. Infine il miele neozelandese scoperto in un magazzino in provincia di Como. Si tratterebbe di diversi vasetti non più idonei al consumo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.