Il nuovo acquisto Ragland: «Energia e gioco di squadra, la forza di Cantù»

Basket, 15 dicembre 2019 Cantù-Treviso Joe Ragland

Una vittoria fondamentale, per la classifica e per come è arrivata, con un recupero da -19 e una Pallacanestro Cantù che in un finale infuocato ha saputo mantenere la freddezza per portare a casa il successo.
La S.Bernardo-Cinelandia festeggia anche per l’ottimo avvio dell’esperienza in Brianza di Joe Ragland, il nuovo acquisto che ha portato una crescita generale, sancita dall’ottima prestazione di Wes Clark, uno tra gli uomini finora più criticati.
«Sono contento per la prima prova e soprattutto per il successo di Cantù in questa partita – racconta Joe Ragland – Dopo tanto tempo sono finalmente tornato a disputare una vera gara: io ho cercato di dare il mio meglio in quella che è un’ottima squadra».
Una S.Bernardo-Cinelandia che ha avuto il merito di tenere duro, soprattutto quando Treviso era avanti di 19 punti nella terza frazione e tutto pareva compromesso.
«Cantù non molla mai, come hanno cantato i nostri fantastici tifosi – spiega ancora Ragland – che non hanno mai smesso di incoraggiarci e incitarci e hanno combattuto al nostro fianco. La nostra è una squadra giovane e per questo motivo può avere alti e bassi: l’importante è saper reagire».
«Come abbiamo fatto a risalire? Con energia e aiutandoci l’uno con l’altro – sostiene l’americano – Sono questi i principi che ci devono guidare in ogni partita. Ora si tratta di continuare così».
In graduatoria Cantù è ora al 12° posto, a +4 punti dalla zona retrocessione alla pari con Reyer Venezia e Trento. Nei prossimi due turni la squadra sarà impegnata sul campo delle ultime, Trieste (domenica) e Pesaro (26 dicembre).
«Con Treviso è stata una vittoria entusiasmante – afferma il vicepresidente Sergio Paparelli – Recuperando da -19 questo gruppo ha dimostrato di avere forza e carattere da veri canturini». «Con l’arrivo di Ragland è stato riqualificato Clark in un modo incredibile – conclude il dirigente – e infatti con Treviso si è visto il suo valore. Può essere un elemento esplosivo».
Il dirigente conclude con una valutazione generale sul team canturino. «Non parliamo di svolte. Portiamo a casa i due punti e teniamoceli perché sono fondamentali. Ragioniamo di partita in partita. Sono sicuro che piano piano recupereremo anche i punti persi con Virtus Roma e Fortitudo Bologna».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.