Il nuovo bando della Fondazione Comasca Soldi per i giovani assegnati dai giovani

Ci sono 150mila euro per finanziare una ventina di progetti di under 25
Idee e progetti per i giovani pensati da menti rigorosamente under 25 e poi valutati, scelti, gestiti e finanziati da un gruppo di 30 ragazzi delle scuole superiori di Como.
Gli studenti avranno 150mila euro a disposizione e la completa responsabilità di erogarli per iniziative ideate da loro coetanei.
È unico nel suo genere in Italia il nuovo bando della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca, che per la prima volta in assoluto, nell’ambito del progetto della “youth bank”, la banca dei giovani, affida a un gruppo di ragazzi la gestione completa di un bando volto a finanziare iniziative concrete di utilità sociale per i ragazzi.
«La Fondazione ha sempre creduto nei giovani e questa volta abbiamo deciso di dare loro ancora più responsabilità e fiducia», ha detto a nome dell’ente Monica Taborelli.
Per nulla intimoriti dalla responsabilità che gli è stata affidata, i 30 ragazzi scelti, che frequentano sette scuole superiori del territorio, sono già al lavoro da tempo e sono pronti ad entrare nel vivo dell’avventura.
«Entro il 30 gennaio 2015 – spiegano – chiunque abbia meno di 25 anni può farsi avanti per presentare un’idea. L’importante è che si tratti di progetti concreti, che abbiano un beneficio reale per i giovani e siano realizzabili in tempi brevi».
Sul sito Internet www.nonunodimeno.eu/youthbank, chiunque voglia farsi avanti può presentare un progetto. «In questa fase non è necessario avere già tutti i dettagli, quindi non spaventatevi e osate – è l’appello rivolto dai trenta che valuteranno le idee e gestiranno i soldi ai loro coetanei – A febbraio saranno organizzate lezioni apposite per aiutare i ragazzi a definire fin nei minimi particolari i progetti».
Le idee, per essere finanziate, dovranno avere un’utilità sociale ed avere un costo massimo di 10mila euro. La Fondazione finanzierà il 75% della spesa di ciascun progetto. «La raccolta del restante 25% sarà a carico dei promotori – spiegano i ragazzi – ma anche in questo caso, nessun timore, non sarete lasciati soli e sarete sempre affiancati dalla Fondazione. Speriamo di concretizzare almeno una ventina di idee».

Anna Campaniello

Nella foto:
Un momento della presentazione del nuovo bando della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.