«Il nuovo lungolago stupirà i comaschi». Landriscina e il progetto che verrà presentato  in ottobre
Città, Territorio

«Il nuovo lungolago stupirà i comaschi». Landriscina e il progetto che verrà presentato in ottobre

«Il progetto per il completamento delle paratie stupirà in positivo i comaschi visto sia dal lago sia dalla città, anche per l’ampiezza del nuovo lungolago». Parole del sindaco di Como, Mario Landriscina, che non nasconde la soddisfazione per il proseguimento dello spinoso iter per il nuovo lungolago cittadino.

Lunedì 8 ottobre, sarà l’assessore regionale agli Enti locali, Massimo Sertori, a presentare ufficialmente il “Progetto per la difesa della città di Como dalle esondazioni del lago”, predisposto su incarico della giunta regionale da Infrastrutture Lombarde. «Sono soddisfatto – dice Landriscina – per diversi motivi. Innanzitutto perché l’assessore Sertori e la Regione, con i suoi uffici, sono stati di parola. È stato avviato un lavoro ed è stato predisposto un iter che non ha subìto interruzioni, passo dopo passo».

Un lavoro, che, ci tiene a sottolineare il sindaco, non ha svolto la Regione in autonomia, ma sempre comunicando con il Comune di Como passaggi cruciali e decisioni. «Siamo stati naturalmente coinvolti dal primo giorno – dice Landriscina – e abbiamo potuto fornire alcune indicazioni anche su quelle che potevano essere le criticità del progetto sulla vita quotidiana dei comaschi».

Quali preoccupazioni avete sollevato ai tecnici della Regione? «Si tratta di un cantiere importante e non in una zona qualsiasi di Como – dice il sindaco – Noi abbiamo chiesto certezze sui tempi dei lavori e fornito alcune indicazioni sull’impatto che le opere potrebbero avere sul traffico. Indicazioni che sono state prontamente recepite». Anche i comaschi avranno modo di dire la loro sul progetto. Questo non potrebbe rallentare però l’iter del progetto? «Si tratta di una soluzione di prestigio e credo che questo verrà riconosciuto da tutti – dice Landriscina – allo stesso modo è indispensabile che il progetto venga condiviso dalle varie anime della città. Avranno modo di esprimersi durante i vari incontri, già nel primo incontro pubblico e in seguito in quelli, dedicati, anche con le categorie economiche».

Al sindaco il progetto piace, anche a livello visivo. «Il profilo del lungolago cambierà rispetto a come siamo abituati a vederlo – spiega – le fasi sono state naturalmente già condivise da Regione Lombardia con chi ha competenza a livello paesaggistico. Dal suo insediamento, l’assessore Massimo Sertori ha sposato la causa di Como e compreso l’importanza di completare le paratie per il territorio». Progetto che spinge Landriscina a guardare avanti. «Noi pensiamo naturalmente al collegamento tra Villa Olmo e Villa Geno, ragionando anche sul prossimo intervento che interesserà tutti i giardini della fascia a lago».

Lunedì 8 ottobre, le anticipazioni del sindaco potranno essere confermate o disattese. L’assessore incontrerà prima le autorità locali, quindi la conferenza stampa alle 16 nella sede di Como di Regione Lombardia e la sera, alle 20.30, la presentazione pubblica in Biblioteca di Como. Per quanto riguarda i tempi, la Regione lascerà una quarantina di giorni per le osservazioni. A livello di comunicazione, sarà prevista la possibilità di comunicare online e seguire “step by step”tutti i passaggi. A novembre dovrà essere predisposto il bando per i lavori. Si tratta di opere per oltre trenta milioni di euro, da assegnare attraverso una gara internazionale. L’apertura del cantiere dovrebbe quindi avvenire tra un anno, dopo l’estate 2019.

24 Settembre 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto