Il nuovo palazzetto resta un miraggio

altCantù – Anno decisivo per le sorti del progetto
Ad aprile era prevista la consegna dell’opera

(a.cam.) L’anno buono per il palazzetto dello sport, a Cantù, è atteso ormai da oltre vent’anni. Con ogni probabilità, però, non sarà neppure il 2014, anche se questo sarà un anno decisivo per le sorti dell’opera. «Al momento purtroppo non abbiamo certezze di che cosa esattamente accadrà nei prossimi mesi», ammette il sindaco della Città del Mobile, Claudio Bizzozero.
Una certezza, per la verità, c’è. È il termine fissato per il prossimo mese di aprile. In quel periodo, scadrà

la proroga che l’amministrazione comunale aveva concesso a Turra, la società che sta realizzando i lavori, per completare e consegnare l’opera. Già, perché il 2014, sulla carta, sarebbe dovuto essere l’anno dell’inaugurazione della struttura di corso Europa.
Anche senza sfera di cristallo, è chiaro a chiunque che, in quella data, Cantù non avrà alcun palazzetto. «Su questo punto non ci sono dubbi, la scadenza non sarà rispettata – dice Bizzozero – Ed è altrettanto certo che non esiste alcuna motivazione valida per concedere un’ulteriore proroga».
A questo punto, si aprono due strade. «Il Comune ha deciso di andare avanti con la procedura di risoluzione del contratto con Turra per inadempienza – spiega il sindaco di Cantù – In assenza di sviluppi diversi, questa procedura sta proseguendo. Ora, Turra potrebbe scegliere di opporsi e si aprirebbe così un contenzioso con la società, con tempi e modalità di sviluppo impossibili da prevedere».
L’unica speranza resta appesa all’altra strada possibile. «Una seconda azienda potrebbe affiancarsi o subentrare a Turra, prendere in mano il cantiere e proseguire nei lavori per portare finalmente a termine il palazzetto – conclude Claudio Bizzozero – Ogni canturino sogna questa soluzione, ma al momento non sono in grado di dire lungo quale delle due strade ci troveremo a camminare».

Nella foto:
Il cantiere di corso Europa è desolatamente fermo da mesi. Il rischio è che anche questo intervento resti incompiuto: sarebbe una beffa (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.