Il parlamentare leghista Zoffili: «Il centro migranti  va chiuso, andiamo avanti»
Città, Politica, Territorio

Il parlamentare leghista Zoffili: «Il centro migranti va chiuso, andiamo avanti»

«La chiusura del centro di accoglienza era nel nostro programma elettorale e stiamo rispettando gli impegni presi con i comaschi. Se qualcuno all’interno del centrodestra non è d’accordo, non è un nostro problema. Noi andiamo avanti».
Prosegue in modo serrato il dibattito politico sulla chiusura del centro migranti di via Regina a Como: interviene Eugenio Zoffili, erbese, deputato leghista. Nelle scorse settimane il ministero dell’Interno, per voce del sottosegretario nonché parlamentare leghista comasco Nicola Molteni, ha annunciato che entro fine anno il centro governativo di via Regina a Como verrà chiuso.
Il campo era stato aperto nel 2016 per fronteggiare un’emergenza che, evidentemente, ora il ministero dell’Interno ritiene superata.
L’annuncio ha innescato polemiche. Le associazioni di volontariato che hanno contribuito alla gestione del centro – Caritas in testa – hanno lamentato di non essere state coinvolte nel processo decisionale.
Le opposizioni in consiglio comunale hanno presentato una mozione per chiedere che il campo resti aperto.
E anche all’interno del centrodestra c’è chi preferirebbe che il campo non venisse chiuso. Fratelli d’Italia, ad esempio, ritiene che il centro aperto possa fronteggiare un’eventuale nuova ondata migratoria e aiutare i senzatetto che vivono in città.
«Noi stiamo con i comaschi, che mi sembra siano d’accordo con la nostra azione politica – dice Zoffili – quando ci siamo candidati abbiamo detto che uno dei nostri impegni, per Como, sarebbe stata la chiusura del centro migranti. Quindi stiamo semplicemente tenendo fede agli impegni presi prima del voto. Al di là dell’aspetto politici – dice il deputato leghista – dietro l’annuncio della chiusura del centro di via Regina c’è anche una riflessione tecnica del ministero dell’Interno che bisogna rispettare. Stupisce anche che all’interno del centrodestra alcune forze politiche, come Forza Italia o Fratelli d’Italia, siano contrarie alla chiusura del centro o nutrano perplessità. Noi non perdiamo tempo. Andiamo avanti, anche perché abbiamo la netta percezione che i comaschi condividano la nostra azione».

8 ottobre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto