Il Questore: «Ringrazio i comaschi per i gesti di solidarietà in questi giorni difficili»

Il Questore ha deposto una corona d’alloro in onore dei Caduti

È stata una festa insolita, quella che oggi ha visto i festeggiamenti per il 168° anniversario di fondazione della Polizia di Stato. Appuntamento annuale in cui il Questore coglieva l’occasione per fare il punto sulle attività svolte negli ultimi 12 mesi. Oggi, ovviamente, la festa è stata privata, senza la partecipazione di cittadini e giornalisti.

È però arrivato via mail un saluto proprio del capo della polizia lariana, Giuseppe De Angelis, che in mattinata aveva deposto (nell’atrio della Questura) una corona d’alloro in onore dei Caduti della Polizia di Stato.

«È stata, quella di oggi, una cerimonia semplice, intima, a ricordare chi ha sacrificato la vita per il bene comune – ha detto il Questore – Vi chiedo di darmi voce e trasmettere il mio ringraziamento più sentito alle autorità, alla magistratura, ai colleghi delle altre forze di polizia, delle forze armate, delle polizie locali, e alle organizzazioni sindacali, a tutti per la loro preziosa opera e collaborazione».

«Vi prego anche di trasmettere il mio saluto più caloroso ai rappresentanti della comunità, a tutti i comaschi per la loro vicinanza e i gesti di affettuosa solidarietà che hanno dato luce e senso a questo tempo sospeso». Poi un abbraccio ai colleghi: «Celebrando la nostra festa, mi è mancata la possibilità di avere vicino tante colleghe, colleghi e i nostri impiegati civili, tutti riuniti a raccontare del nostro impegno e dei nostri successi».
«In un momento così difficile in cui siamo chiamati a combattere un nemico diverso, subdolo e invisibile – ha concluso il Questore – ammiro e mi compiaccio per come le donne e gli uomini della polizia di stato si stanno spendendo e lavorando per il bene della collettività».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.