Immigrazione illegale tra la Francia e la Gran Bretagna: arrestato un comasco

Questura di Como

L’indagine arriva dal Tribunale di Lille, in Francia. A essere coinvolto anche un comasco di Guanzate, 50 anni, arrestato dalla squadra Mobile lariana in esecuzione di un mandato di arresto europeo.

L’uomo è accusato, assieme ad altre persone arrestate, di far parte di un gruppo che favoriva l’immigrazione illegale con destinazione Gran Bretagna, passando dall’Italia e dal Belgio per poi raggiungere la Francia e il Canale della Manica. Il passaggio del braccio di mare avveniva su auto private, ma anche su camion oppure sulle navi.

Il comasco era stato indagato anche per simili indagini svolte in Italia e a Como. È accusato di aver «concorso all’entrata illegale, nel viaggio o nella permanenza di stranieri in Francia o in stati Schengen» e di aver «aver concorso nell’entrata illegale, nel viaggio o nella permanenza di stranieri in Stati che fanno parte del protocollo contro il traffico di migranti (sulla base delle convenzioni dell’Onu)».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.