Il ritorno del Como: esordio da applausi. La soddisfazione di Marano

Como 2019-2020 esultanza

«Siamo solo all’inizio di un percorso, comunque cominciato positivamente. Non ci rimane che ripartire prendendo quanto di buono abbiamo fatto e lavorando quotidianamente per migliorarci ulteriormente». Parole del centrocampista azzurro Francesco Marano, in campo domenica scorsa nella gara che il Como, al suo esordio nel campionato di serie C, ha vinto per 2-0 contro la Pergolettese, altra formazione neopromossa.
I lariani hanno dunque iniziato nel migliore dei modi il torneo 2019-2020 e ora sono attesi, domenica prossima, dalla trasferta contro il Gozzano, formazione che nella “prima” di campionato ha pareggiato in trasferta per 2-2 contro l’Alessandria.
Un Gozzano che gli azzurri, proprio con un gol di Marano, hanno recentemente battuto in Coppa Italia per 1-0. «Ma guai a pensare a quella partita e a pensare che sarà un match facile – spiega ancora il centrocampista – Sicuramente la situazione sarà differente con i nostri avversari che si presenteranno con una formazione diversa e con il dente avvelenato dopo la gara persa contro di noi al Sinigaglia».
Ancora da decidere, peraltro, la sede dell’incontro. Lo stadio di Gozzano ha subito lavori di ristrutturazione e domani è prevista l’uscita della Commissione di vigilanza che ne dovrà valutare l’agibilità. In caso di nulla osta si giocherà al “d’Albertas”, altrimenti l’alternativa sarà Vercelli.
Poi, la settimana successiva, una delle partite più attese della stagione, il derby del Sinigaglia contro il Monza di Silvio Berlusconi, con la curiosità di vedere se sulle rive del Lario arriverà il patron a seguire dal vivo la sua squadra, magari con Adriano Galliani e il fratello Paolo, che della società è il presidente.
Con i biancorossi il Como condivide il primato parziale in classifica: la squadra di Berlusconi domenica ha battuto in trasferta la Pro Patria per 2-1. «Il Monza è considerata la favorita per la promozione – sostiene ancora Marano – ma in questa serie C nulla è scontato. Ogni avversario può essere realmente pericoloso: nessuna partita va sottovalutata. Cito un risultato della prima giornata che mi ha sorpreso: la sconfitta per 3-1 della Carrarese con il Pontedera. Non me l’aspettavo».
Il giocatore 29enne torna sul successo degli azzurri con la Pergolettese. «Nel primo quarto d’ora l’inerzia del match è stata nelle mani degli ospiti, poi abbiamo preso le misure con il merito di aver saputo capire i momenti in cui far male agli avversari. Un primo passo, piccolo, ma importante, per noi e per la classifica – conclude Marano – Ne dobbiamo fare tesoro consci del fatto che dobbiamo lavorare ogni giorno per cercare di migliorarci».
Un successo che il Como ha conquistato davanti a 2mila spettatori. E ieri la società ha voluto mandare un accorato messaggio ai suoi sostenitori. «C’è stata una fantastica cornice di pubblico, ed è stata una giornata dove tutto ha funzionato per il meglio – è stato scritto nel messaggio del club lariano – Lo stadio era pieno di gente allegra, civile e festante, che ha vissuto una giornata di sport nel pieno rispetto delle regole. Più di 2000 spettatori, una giornata di festa. (…) Ci avete fatto e ci fate sentire ogni giorno speciali. Questa lettera è per dirvi un semplice, ma davvero sentito grazie».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.