Il ruolo dell’acqua nell’ambiente alla decima “Université d’Eté”

L’iniziativa

(g.p.) L’“Université d’Eté”, alla decima edizione, terrà le sue giornate di studio sul tema “Il Paesaggio sull’acqua”, giovedì 29 e venerdì 30 agosto a Palazzo Borromeo Arese di Cesano Maderno. Dopo gli interventi della prima giornata, il giorno successivo saranno proposti due laboratori, dedicati rispettivamente a “L’acqua e la legalità” e “L’acqua e la ricerca scientifica”, a cura di ricercatori della Fondazione Lombardia per l’Ambiente e dell’Università degli Studi dell’Insubria.
È previsto un intervento del regista

Giacomo Gatti, sul tema “Il cinema sull’acqua”, con riferimento al filmato Lungo il fiume del maestro Ermanno Olmi, che sarà proiettato in serata, e con la presenza di giovani registi che stanno sviluppando uno specifico corso al Politecnico di Milano. Nello stesso periodo, dal 24 agosto al 7 settembre, una serie di eventi caratterizzeranno la quinta “Settimana del Paesaggio Europeo”. L’avvocato Giovanni Bana, presidente della lariana Fein – Fondazione Europea Il Nibbio, che in collaborazione con le università ed altri enti promuove ogni anno le giornate di studio, traccia un bilancio decennale positivo: «L’“Université d’Eté” è riuscita a diffondere anche alle Istituzioni locali e regionali la Cep (Convenzione Europea sul Paesaggio) sottoscritta a Firenze il 20 ottobre 2000 e diventata legge dello Stato».
Il riconoscimento a livello europeo va oltre la presenza a tutte le edizioni del convegno di Maguelonne D. Jeant Pons, capo divisione Patrimonio Culturale del Consiglio d’Europa: nel 2012, infatti, l’Université d’Eté, che si svolge sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e il patrocinio della Regione Lombardia, ha conseguito la menzione speciale del Consiglio d’Europa per il Premio sul Paesaggio conferito dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali.
Le giornate di studio registrano la continuità delle presenze di non pochi medesimi partecipanti fin dalla prima edizione. Tra le finalità raggiunte, specifica Bana, vi sono borse di studio per studenti universitari, il progetto di coordinamento delle ville storiche della Brianza, il coinvolgimento del mondo universitario, l’attenzione alle istituzioni locali, come per la realizzazione del “Protocollo d’Intesa” dei Comuni della Brianza, con obiettivi di valorizzazione e fruizione del patrimonio naturale, storico, artistico, culturale e turistico del territorio degli enti firmatari. Informazioni e iscrizioni su www.unidete.org e sul sito www.nibbio.org.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.