Il “sì” di Leunen: ingaggio ridotto per rimanere a Cantù

altIl giocatore potrebbe essere il nuovo capitano
La presidente Cremascoli: «Dimostra quanto sia legato alla nostra società e alla città»

(a.p.) La Pallacanestro Cantù ha il nuovo capitano per la stagione 2013-’14: è Marteen Leunen. La società biancoblu ieri ha ufficializzato la firma del lungo uscito da Oregon University che, come aveva auspicato al Corriere di Como il direttore sportivo Daniele Della Fiori, ha così accettato l’offerta inferiore rispetto alle sue richieste iniziali, pur di continuare a giocare con la canottiera brianzola.
Per Cantù si tratta dell’ennesimo colpo di un mercato che, pur con un budget ridotto

rispetto al recente passato, si sta rivelando a dir poco scoppiettante. Con la conferma di uno degli elementi più importanti delle ultime annate, il club ha inserito un altro tassello fondamentale nella rosa della prossima stagione. Marteen Leunen ricoprirà infatti il ruolo di ala forte nel quintetto di coach Stefano Sacripanti anche nel 2013-’14, vestendo dunque la maglia biancoblù per la sua quinta stagione consecutiva. Molto probabile a questo punto che, per anzianità, riceverà anche i gradi di capitano ereditati dall’amico ed ex compagno di squadra Nicolas Mazzarino. Nel recente quadriennio in Italia, iniziato nell’estate del 2009, il 28enne americano ha viaggiato a una media di oltre 10 punti e 5 rimbalzi a partita, risultando uno dei punti di riferimento dello scacchiere biancoblu e dando un fondamentale contributo alla conquista della Supercoppa Italiana lo scorso anno, ma anche al raggiungimento di una finale scudetto, due finali di Coppa Italia e due edizioni di Eurolega culminate con la conquista di una Top16.
Un’autentica garanzia fuori e dentro il parquet, come ha sottolineato il presidente Anna Cremascoli visibilmente soddisfatta per l’esito positivo di quest’ultima operazione: «Dire che siamo tutti felici è riduttivo. Infatti “Martino” non è solo la pedina ideale dal punto di vista tecnico per completare il quintetto, ma è anche una garanzia sotto l’aspetto umano e professionale. La sua decisione dimostra quanto sia legato a noi e alla città».
Una colpo grosso per il club canturino che la first lady sottolinea applaudendo pubblicamente il giovane direttore sportivo Della Fiori: «Pur avendo a disposizione un budget nettamente inferiore a quello delle passate stagioni, è riuscito a costruire una formazione intrigante e competitiva che penso darà a noi e a tutti i tifosi molte soddisfazioni». Per chiudere la squadra manca solo un cambio come numero quattro che potrebbe essere un giovane americano (si fa il nome di Nick Minnerath, ala forte classe 1989) e un altro esterno di talento emergente italiano che la società ha individuato in Roberto Rullo o, in alternativa, Stefano Tonut.

Nella foto:
Leunen impegnato in Eurolega contro il Real Madrid (foto Ciamillo)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.