Il sindaco Landriscina: sull’ex Sant’Anna decida la Regione

Finestre rotte nei padiglioni dell'ex ospedale Sant'Anna (foto Nassa)

Utilizzare le parti libere del vecchio ospedale Sant’Anna per l’emergenza sanitaria in corso? «Si potrebbe forse fare, ma lasciamo che a decidere sia la Regione». Il sindaco di Como, Mario Landriscina, non esclude che il monoblocco possa tornare a riempirsi in questa fase segnata da una tragica emergenza. In diretta su Etv, martedì sera, Landriscina, si è detto «sicuro che la direzione generale del Sant’Anna abbia considerato questa possibilità. La Regione sta attivando centinaia di posti letto a Milano e tutto questo lavoro deve trovare un’armonia. L’ipotesi del vecchio ospedale, che altri hanno suggerito (a dirlo per primo era stato il consigliere regionale del Pd Angelo Orsenigo, ndr) credo sia nel novero delle possibilità». Sulla questione ieri sono intervenuti anche il segretario cittadino e il capogruppo Dem, Tommaso Legnani e Stefano Fanetti, anch’essi per chiedere la riattivazione dei vecchi presìdi ospedalieri».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.