Il suo negozio è chiuso per Covid, quello del vicino prospera: prende un’ascia e gli abbatte le vetrate

L'ascia usata per la spaccata

La sua attività, posta a poca distanza e basata soprattutto sul servizio al tavolo, era ferma, bloccata da settimane di restrizioni per il Covid.
Quella posta a duecento metri di distanza, un negozio di kebab di via Bellinzona (”Numero 1”), era invece aperta e attiva grazie soprattutto all’asporto. Per questo motivo, per questioni prettamente legate alla gelosia, i due già nel pomeriggio di Pasqua avevano litigato in modo cruento. Pare addirittura che l’uomo invidioso avesse comprato apposta un kekab per poi scaraventarlo a terra per disprezzo e calpestarlo. Di notte poi, proprio quel negozio era stato danneggiato da una mano ignota, che ne aveva infranto le vetrate. In un primo momento si era pensato ad una spaccata non riuscita, comunque anomala vista l’assenza di materiale rubato dal negozio.

Alcuni testimoni, destati dal gran fracasso, avevano però descritto l’uomo in azione nella notte, con tanto di modello di auto utilizzato e dell’arma usata per abbattere le vetrate. Le immagini delle telecamere dei circuiti di sorveglianza hanno poi chiuso il cerchio attorno al sospettato, lo stesso commerciante che il pomeriggio prima aveva litigato con il titolare dell’attività di vendita di kebab. La perquisizione in casa (effettuata questa mattina alle prime luci dell’alba) ha permesso infine di recuperare l’arma usata per danneggiare la vetrina (una lunga ascia) e anche gli indumenti che erano stati utilizzati e descritti dai testimoni. Da ultimo, il sospettato aveva anche una ferita ad una mano, medicata e riconducibile al tentativo di spaccata della notte precedente. Insomma, l’uomo è stato denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di Como. Si tratta di un 54enne di Maslianico già noto alle forze dell’ordine chiamato ora a rispondere all’accusa di danneggiamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.