Il vescovo: «C’è tanto bisogno di cura e solidarietà»

Oscar Cantoni

Un annuncio di gioia e la consapevolezza di attraversare tempi difficili. Questo lo spirito che ha permeato ieri il solenne pontificale dell’Epifania in Cattedrale a Como, rito presieduto dal vescovo monsignor Oscar Cantoni.
«Oggi la Chiesa annuncia con gioia questa certezza – ha detto il presule nella sua omelia – La luce di Cristo illumina ogni uomo, la sua verità trasforma la vita di ogni persona, qualunque sia la sua provenienza, a qualunque cultura appartenga, il suo amore conquista e affascina chiunque cerca la pace e la giustizia».
Secondo Cantoni infatti «l’amore del Signore non è riservato a un gruppo di privilegiati, ma si estende a tutti i popoli della Terra, riscalda il cuore di chi riconosce con stupore di essere amato personalmente da Dio, instaurando così rapporti di vita nuova con i fratelli. Cristo, il Verbo fatto carne, non è stato inviato dal Padre esclusivamente per il suo popolo, ma a partire da lui, vuole raggiungere ogni nazione e civiltà».
E la prova di questa vocazione che abbraccia tutta l’umanità si ha nei Magi, sapienti «che dall’Oriente giungono a Betlemme dopo un lungo cammino, assetati di verità e di amore». Essi, ha detto il vescovo di Como nella sua omelia, «sono la prova che ogni uomo è attratto irresistibilmente dalla verità che è Cristo». A loro «non è stata raccontata una verità, una tra le tante vie di vita che gli uomini hanno proposto lungo la storia, ma è stato presentato loro un semplice bambino, davanti al quale “si prostrarono e lo adorarono”, come ci ricorda il Vangelo».
I Magi tornarono a casa dopo aver contemplato Gesù appena nato «convinti che solo in Gesù è la sola risposta soddisfacente per una vita bella, intensa e felice. Quella che il Signore desidera per noi, cercatori di senso, se saremo capaci di “reinventare” una nuova fraternità – ha concluso il vescovo di Como – fondata sulla accoglienza reciproca, nella accettazione della nostra differenza, se sapremo suscitare la compassione verso ogni uomo e donna attraverso atteggiamenti e gesti di vicinanza, di cura e di solidarietà, cui c’è tanto bisogno nel nostro mondo». 
Il rito del pontificale dell’Epifania nella Cattedrale di Como è stato trasmesso in diretta sulla pagine YouTube del “Settimanale della Diocesi di Como”.
Nel corso della liturgia si è avuto, come tradizione, l’annuncio della Pasqua e delle altre feste liturgiche dell’anno. Le Ceneri, inizio della Quaresima, saranno il 17 febbraio, l’Ascensione il 16 maggio, la Pentecoste il 23 maggio mentre Pasqua sarà il 4 aprile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.