“Illuminating” a Lugano, tra filosofia e videoarte

La locandina della rassegna "Illuminating"

Si conclude questa sera, alle 21, al Boschetto del Parco Ciani di Lugano, “Illuminating”, la rassegna di videoarte internazionale, a cura di Eva Fabbris, curatrice e storica dell’arte, nonché exhibition curator alla Fondazione Prada.
Dopo un intervento video di Telmo Pievani, ordinario di Filosofia delle scienze biologiche e Bioetica all’Università degli Studi di Padova, si terranno le proiezioni dei video degli artisti Kiluanji Kia Henda, Giorgio Andreotta Calò, Uri Aran, Vanessa Safavi, Mathilde Rosier e Roman Signer.
L’evento è stato curato in collaborazione con Giovanna Manzotti, ricercatrice, curatrice ed editor di Mousse Magazine, e organizzata nell’ambito del LongLake Festival e in particolare del progetto “È per rinascere che siamo nati”. Il titolo è ispirato a un verso del poeta Pablo Neruda e traccia il filo rosso della rassegna che esamina i differenti aspetti della rigenerazione e la necessità di slanci nuovi per ripensare quesiti, superare barriere e abitudini, confrontarsi con l’indifferenza e per rapportarsi attivamente con il pubblico. “Rigenerazione” è un concetto che riguarda la persona, la natura, il mondo nella sua complessità e che è stato esplorato dagli artisti partecipanti.
In caso di pioggia la serata si svolge allo Studio Foce, Via Foce 1, Lugano. Iscrizioni a participate@associazione-nel.ch.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.