Imprese: 87 crisi, da luglio evitati 1.500 licenziamenti

Dati Mise

(ANSA) – ROMA, 21 AGO – Non solo chiusure e lavoratori lasciati senza lavoro: grazie alla cassa integrazione e alle prospettive di reindustrializzazione, dal primo luglio sono stati evitati licenziamenti per circa 1.500 lavoratori. E’ quanto emerge dai dati sui tavoli di crisi al Mise. Si tratta dei dipendenti delle società Elica, ex Embraco, Riese e IndelFab, crisi per le quali negli ultimi mesi sono stati aperti percorsi per la ricerca di soluzioni utili alla chiusura delle vertenze. I tavoli al Mise attualmente sono 87 (di cui 57 tavoli aperti e 30 di monitoriaggio), numeri che negli ultimi anni si sono fortemente ridotti (erano 150 nel dicembre 2019). (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.