In viale Geno, cittadino scenta un furto e fa arrestare una 20enne Rom

Questura di Como

Nel rientrare a casa si è trovato di fronte due ragazze giovani, di etnia Rom, intente a tentare di forzare l’ingresso del portoncino di un condominio di viale Geno. Le donne, alla vista, sono scappate ma sono state inseguite e bloccate dallo stesso residente. Una delle due, tuttavia, mentre l’uomo era impegnato a chiamare le forze dell’ordine, è riuscita a dileguarsi mentre la seconda è stata consegnata nelle mani degli agenti della Questura di Como, nel frattempo sopraggiunti. Si tratta di una 20enne croata in stato di gravidanza.

I controlli hanno permesso di appurare che la stessa sospettata aveva già diversi precedenti e ben sei nominativi diversi. Nella sua borsa sono stati trovati arnesi utile per scardinare serrature e porte. Sul capo della 20enne pendeva anche un ordine di carcerazione per scontare una pena definitiva di tre mesi emesso dal Tribunale dei Minori di Roma. Tuttavia, visto lo stato di gravidanza, non si è potuto procedere all’arresto e la giovane è quindi stata liberata. È ora indagata a piede libero per violazione di domicilio e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

La polizia – con una nota – ha comunque voluto ringraziare il condomino per il suo «encomiabile intervento che ha consentito di individuare un persona dedita al compimento di reati contro il patrimonio, raccogliendo ulteriori elementi di indagine sui furti commessi nella zona».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.