Incidente in galleria a Moltrasio: individuato il presunto “pirata” che aveva ferito un ciclista

La galleria a Moltrasio dove è avvenuto l'incidente

Sarebbe stato urtato dal furgone di un’officina del lago, cadendo a terra e riportando serie contusioni. L’uomo al volante, che sarebbe il titolare dell’officina, si sarebbe poi allontanato dal luogo dell’incidente senza prestare soccorso alla vittima. Il “pirata” della strada è stato comunque individuato nelle scorse ore dai carabinieri della Compagnia di Como che l’hanno denunciato a piede libero con le ipotesi di reato di lesioni personali stradali ed omissione di soccorso. La segnalazione è stata già girata alla Procura della Repubblica. Si tratta di un 50enne di Argegno che ora dovrà spiegare ad un magistrato il proprio operato.

Stiamo parlando dell’incidente che in settimana aveva coinvolto un 18enne ciclista di Montano Lucino, che si stava allenando lungo la Regina. La caduta, provocata dal furgone, avvenne all’interno della galleria di Moltrasio in direzione nord. Le condizioni del ragazzo erano apparse inizialmente molto gravi, tanto da richiedere l’arrivo dell’elisoccorso e il trasporto d’urgenza in ospedale a Varese. La situazione del ragazzo poi fortunatamente è diventata meno critica, ma ancora oggi rimane ricoverato in seguito alle ferite riportate.

I carabinieri hanno lavorato in questi giorni nel tentativo di ricostruire quanto avvenuto all’interno del tunnel, acquisendo le telecamere di sicurezza e riuscendo a identificare il furgone colpevole dell’impatto, mezzo appartenente ad una officina che è poi stata individuata. A bordo del mezzo c’era il titolare, residente come detto ad Argegno. I militari hanno visionato anche il furgone sospetto, individuando pure i segni inconfondibili dell’impatto che aveva provocato la caduta del ciclista. L’uomo è stato quindi denunciato a piede libero. Sentito dai carabinieri, avrebbe riferito di essere stato lui ad aver chiamato il 118.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.