Incidente nautico di Lenno: la 20enne belga rimane ai domiciliari

Incidente mortale tra due barche nel lago di fronte a Lenno (Como)

Rimane ai domiciliari la ragazza di 20 anni nata a Losanna ma residente in Belgio, arrestata per volete del pubblico ministero Antonio Pavan dopo l’incidente nautico di Lenno che – venerdì scorso – è costato la vita a Luca Fusi, 22enne di Guanzate. La decisione di convalidare la misura cautelare e di disporre la permanenza della ragazza nella casa di famiglia in frazione Campo a Lenno, è stata presa dal giudice delle indagini preliminari di Como, Laura De Gregorio, al termine dell’interrogatorio che si è tenuto in mattina. La custodia cautelare è stata confermata solo per l’omicidio colposo e non per l’altro reato che viene contestato, ovvero il naufragio. È questo l’esito di una giornata lunga, iniziata con l’arrivo della giovane al palazzo di giustizia a metà mattina e proseguita con l’interrogatorio e la lettura della decisione avvenuta nel pomeriggio.

La 20enne belga era assistita dall’avvocato Massimo Schipilliti. La procura della repubblica aveva chiesto la conferma dei domiciliari per la totale mancanza di precauzioni in spregio del pericolo per la vita e per l’incolumità delle persone che era stata dimostrata dalla 20enne con la sua condotta. La pm aveva poi sottolineato al giudice anche il pericolo di fuga essendo la ragazza in partenza per la Francia. Il giudice ha accolto la richiesta della pubblica accusa – tranne che per l’ipotesi di reato di naufragio – in base al rischio di reiterazione del reato anche in relazione alla gravità della condotta, e anche in base al rischio di inquinamento probatorio. I carabinieri della compagnia di Menaggio, al termine dell’udienza, hanno quindi riscortato la 20enne del Nord Europa nella casa di famiglia a Lenno dove stava trascorrendo le vacanze con la sua compagnia di amici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.