Infermiera rapinata in pieno centro Como

Carabinieri davanti alla stazione di Como Lago

Aggrediscono un’infermiera che sta andando al lavoro, facendola cadere e colpendola anche quando è a terra per strapparle la borsa e lo zaino. Individuati e fermati dai carabinieri, una ragazza di vent’anni e l’amico di 29 sono stati denunciati per rapina impropria. Spaventata ma fortunatamente in buone condizioni la vittima.
Ieri sera attorno alle 20.30, un’infermiera comasca era in via Ugo Foscolo, in pieno centro Como, nella zona di piazza Matteotti. La donna era a piedi in attesa di una collega che sarebbe passata a prenderla per iniziare il turno di lavoro. La donna è stata aggredita da due persone, ma sembra in particolare dalla ragazza, una ventenne originaria di Sondrio ma residente a Como.

La ragazza avrebbe cercato con forza di strappare borsa e zaino all’infermiera, facendola cadere a terra e colpendola per portarle via i suoi oggetti personali. L’amico della giovane, un 29enne di Como domiciliato a Casnate con Bernate, si sarebbe limitato a fare da “palo” per controllare che non arrivassero persone.
Strappati con la violenza borsa e zaino all’infermiera, i due sono fuggiti.

La vittima ha chiamato subito il 112 e sono intervenuti i carabinieri della stazione di Rebbio, che erano nella zona per i controlli per il rispetto delle regole anti contagio. Raccolta la testimonianza della donna, i militari dell’Arma hanno avviato subito le ricerche degli aggressori e hanno individuato e bloccato i sospettati a Como Borghi. I due avevano ancora la borsa della vittima, mentre si erano liberati dello zaino buttandolo in strada. Sono stati portati in caserma e denunciati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.