Iniziati gli interrogatori di convalida dopo il maxi blitz della finanza

Retata contro lo spaccio nell’Olgiatese

Sono sfilati ieri, durante tutta la giornata, davanti al giudice delle indagini preliminari di Como, Maria Luisa Lo Gatto, i primi cinque arrestati in flagranza di reato nel corso del blitz della guardia di finanza di Olgiate Comasco. Il giudice ha convalidato gli arresti di un ragazzo di Parè (25 anni), uno di Lurate Caccivio (24 anni), uno di Gironico (25 anni), uno di Veniano (25 anni) e uno di Appiano Gentile (23 anni), disponendo per tutti la custodia cautelare in carcere. Gli altri due sorpresi

con le mani nel sacco – un 22enne di Vertemate e un 33enne di Villa Guardia – verranno sentiti domani.
Nella macchina di quest’ultimo le fiamme gialle, con l’aiuto dei cani, hanno trovato ben 15 chili di marijuana in panetti stipati in una intercapedine ricavata nella carrozzeria. Inizieranno invece lunedì gli interrogatori degli undici arrestati in seguito all’ordinanza di custodia cautelare in carcere dell’operazione “Garden 2013”.
Una maxi inchiesta della finanza di Olgiate Comasco che non solo ha sgominato una importante fila di spaccio dall’Albania all’Italia, ma che ha anche recuperato e sequestrato 600 chili di sostanza stupefacente che sul mercato, rivenduta in dosi, avrebbe fruttato circa dieci milioni di euro.

M.Pv.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.