Inps, un patrimonio da 30mila unità immobiliari
Cronaca

Inps, un patrimonio da 30mila unità immobiliari

Il valore complessivo supera i 2,5 miliardi di euro

La complicata materia del patrimonio immobiliare dell’Inps e della sua gestione ha vissuto diverse fasi nel corso degli anni. Ad oggi, come spiegato nel sito istituzionale, l’attività di gestione tecnico-amministrativo del patrimonio da reddito dell’istituto è svolta sotto il coordinamento della Direzione centrale del patrimonio e archivi in base a differenti modalità.
Innanzitutto il patrimonio originario Inps, nonchè quello incorporato per effetto della soppressione di Scau (Servizio contributi agricoli unificati), Sportass (cassa di previdenza per l’assicurazione degli sportivi) e Ipost (fondo del gruppo Poste italiane) condotto da Igei spa, in liquidazione fino al primo aprile 2018, è ora gestito dalla Romeo Gestioni Spa.
La parte di patrimonio Inps di provenienza ex Inpdai (Istituto nazionale di previdenza per i dirigenti di aziende industriali) dal 2011 è sempre affidato a Romeo Gestioni Spa mentre la parte di patrimonio ex Inpdap (Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica) ed ex Enpals (Ente nazionale di previdenza e assistenza per i lavoratori dello spettacolo) è gestito direttamente a livello regionale. Il patrimonio immobiliare da reddito è composto di circa 30mila singole unità suddivise fra quelle residue dalle operazioni di cartolarizzazione (25mila) e quelle non cartolarizzate (5mila), per un valore complessivo di circa 2,5 miliardi di euro.
La quasi totalità delle componenti del patrimonio immobiliare da reddito Inps è quindi residuale rispetto alle operazioni di cartolarizzazione (Scip 1 e 2). Ciò significa che le due grandi operazioni di dismissione del patrimonio immobiliare degli enti pubblici, promosse dal ministero dell’Economia nel 2001 e 2002, si sono concluse con un numero di unità immobiliari rimaste invendute e restituite agli enti di appartenenza come l’Inps.

11 settembre 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto