Inquinamento, livelli di ozono preoccupanti

grande caldo, afa, turisti caldo record

Che il caldo sia soffocante se ne sono accorti tutti. E un’ulteriore conferma è giunta ieri dalle rilevazioni dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (Arpa): i valori di ozono a Como risultano particolarmente elevati e nei prossimi giorni non è probabile un miglioramento.
Da inizio settimana in città è stata superata due volte la soglia limite di 180 µg/m³ di ozono nell’atmosfera. Martedì (ultimo dato disponibile) è stata toccata anche la soglia di allarme, fissata a 240 µg/m³, ed è probabile che anche ieri i valori di ozono siano stati elevati. Sia l’Arpa sia il Comune hanno consigliato di attuare comportamenti virtuosi che possono evitare i danni da esposizione. Le categorie di persone maggiormente sensibili sono i bambini, chi fa attività fisica all’aperto, chi convive con malattie respiratorie.
«Poiché l’intensità degli effetti dell’ozono cresce con la durata dell’esposizione, la regola principale – ricorda l’Arpa – è di limitare l’esposizione e, quindi, principalmente limitare le attività all’aria aperta nelle ore di maggiore insolazione, generalmente dalle 12 alle 16».
Valori di ozono elevati anche a Cantù, con punte di 236 µg/m³ martedì, e nella città di Erba, con 225 microgrammi, sempre martedì.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.