Intanto nuova fumata nera sulle nomine. Via Brambilla resta tuttora senza cda

Protesta a Palazzo Cernezzi del consigliere di Rifondazione
Paolo Frisoni dovrà aspettare ancora qualche giorno prima di diventare presidente della Ca’ d’Industria, la casa di riposo pubblica del capoluogo.
Nonostante gli annunci in tal senso, la giunta di Palazzo Cernezzi non ha infatti dato ieri il via libera all’ingresso nel consiglio di amministrazione dell’ex consigliere comunale ed ex assessore all’Urbanistica.
La nomina era attesa e lo stesso sindaco, Stefano Bruni, aveva annunciato di voler procedere con il rinnovo del cda.
A

tarda sera, poco prima che iniziasse il consiglio comunale, l’ufficio stampa del Comune ha tuttavia confermato lo slittamento delle nomine. La notizia è giunta in tempo reale nella sala rossa al primo piano di Palazzo Cernezzi, dove era in corso l’assemblea cittadina. Il consigliere di Rifondazione Comunista, Donato Supino, ha indossato un naso lungo. Un modo alquanto scenografico per contestare il sindaco e le mancate nomine. Lo stesso Supino ha ribadito di voler nuovamente incatenarsi, nei prossimi giorni, alle colonne del municipio in segno di protesta contro il ritardo delle nomine in Ca’ d’Industria.

Nella foto:
Paolo Frisoni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.