Intervengono per un litigio e trovano quasi un chilo di droga. Ma il cane ostacola la perquisizione della casa

polizia

Sono intervenuti in via Mocchetti a Como per la segnalazione di una lite in corso tra due persone.
Una volta sul posto, tuttavia, si sono accorti che il motivo del contendere era probabilmente legato ad altro, ovvero alla droga.
Vicino, le volanti della Questura, hanno infatti trovato uno zaino contenente 880 grammi di marijuana. Nei guai, in quanto ritenuto essere il proprietario della borsa, è finito un uomo di Como, 27 anni, residente con la famiglia poco lontano dal punto dell’intervento della polizia. Gli agenti sarebbero risaliti a lui grazie al colore della maglietta che indossava al momento della lite, arancione. Giovane che era poi stato visto allontanarsi in sella ad una bicicletta.
Le volanti sono riuscite a risalire a lui, a raggiungerlo, a bloccarlo e ad accompagnarlo negli uffici della Questura. Le attività sono poi proseguite nell’abitazione del ragazzo, con qualche problema creato anche dal cane che non lasciava avvicinare gli agenti. Alla fine, comunque, la perquisizione ha permesso di recuperare altri 40 grammi di stupefacente, oltre alla somma di 4.530 euro (ritenuto essere provento dell’attività di spaccio) e anche due telefoni cellulari. Il ragazzo è stato arrestato e condotto (ieri mattina) in aula per essere processato con il rito direttissimo.
Il giudice ha convalidato l’arresto e fissato una nuova data per l’udienza, come chiesto dall’avvocato della difesa Massimo Di Marco. Nel frattempo è stata disposta la permanenza del sospettato (che nega la proprietà dello zaino) ai domiciliari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.