#iorestoacasa come vivono i comaschi questi giorni tra le mura domestiche. Fatecelo sapere

Marco Banchini #iorestoacasa

Come reagire all’emergenza che ci impone di rimanere il più possibile, per il bene nostro e al tempo stesso della collettività, fra le mura domestiche? Abbiamo deciso di dedicare sul “Corriere di Como” uno spazio alle cittadine e ai cittadini, alle loro strategie di resistenza di fronte all’attacco del coronavirus, utilizzando lo slogan #iorestoacasa che ha ispirato i più recenti provvedimenti governativi per far fronte all’epidemia diventata nel frattempo pandemia planetaria.
Come vivono i comaschi questo cambiamento radicale, inedito e che rimarrà nella storia, destinato probabilmente a segnare più di una generazione? Molti sono le cittadine e i cittadini che sono alle prese ad esempio con l’esperienza del telelavoro grazie alle nuove tecnologie. Per molti è una novità, per altri invece è già un’abitudine consolidata. Vi chiediamo di raccontarci con le vostre foto come state vivendo questi giorni tra lavoro, routine domestica, parenti da gestire, pappe da preparare. Un panorama tutto nuovo, per molti versi inedito, che si rischia di vivere con disagio ma che può essere trasformato in una sfida per ripartire e non abbassare la guardia, dato che il nemico si può e si deve vincere.

Inviate le foto per documentare la vostra esperienza quotidiana all’indirizzo di posta elettronica lettere@corrierecomo.it oppure attraverso la pagina Facebook “Corriere di Como”. Basta andare sulla pagina e cliccare sul pulsante “invia messaggio” allegando la foto e le generalità della persona ritratta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.