Irregolari in Italia da un mese: già fermati a Milano e Como

Questura di Como

Sono entrati in Italia clandestinamente passando – a loro dire – dalla frontiera di Trieste. Un ingresso nella Penisola avvenuto poco più di un mese fa. In poco tempo, tuttavia, sono stati prima fermati per un furto avvenuto a Milano, in un centro commerciale dove avevano sottratto merce e indumenti per oltre 300 euro, poi nelle scorse ore sono stati nuovamente intercettati dalle volanti della Questura di Como in centro città, mentre percorrevano via Pessina. Erano senza documenti e, come detto, irregolari in Italia.
Si tratta di un marocchino di 20 anni e di un algerino di 28 anni. L’intervento rientra nelle attività di controllo, anche con pattuglie a piedi, che la polizia di Stato sta effettuando in questi giorni di festività natalizie. Il Tribunale di Milano – dopo l’arresto in flagranza – aveva emesso la misura cautelare del divieto di dimora nel capoluogo meneghino, con il nulla osta per l’espulsione.
Sono dunque stati notificati due decreti di espulsione da parte del prefetto, con in più l’ordine del questore di lasciare il territorio della città di Como entro sette giorni.
In caso di mancato rispetto di questi ordini, si procederà con un accompagnamento coatto alla frontiera.
L’intervento delle volanti in via Pessina è avvenuto nella giornata di venerdì.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.