Israele: strette misure sicurezza per judoka iraniano esule

Saeid Mollaei parteciperà a Tel Aviv al Judo Grand Slam

(ANSAmed) – TEL AVIV, 14 FEB – Misure di sicurezza speciali sono state approntate oggi in Israele in vista dell’imminente arrivo a Tel Aviv del judoka iraniano Saeid Mollaei, che per motivi politici si è trasferito in Germania dove ha ottenuto lo status di rifugiato. Da giovedì Mollaei parteciperà a Tel Aviv al ‘Judo Grand Slam’ assieme con oltre 400 atleti da 63 Paesi. Mollaei, in questa circostanza, rappresenterà la Mongolia. Il judoka iraniano balzò all’attenzione internazionale dei media durante i campionati mondiali di Tokyo 2019 quando sostenne di aver subito minacce dalla propria federazione se avesse accettato di misurarsi con l’israeliano Sagi Muki. Al termine della competizione fuggì in Europa con l’aiuto della Federazione internazionale di judo. Giunto in Germania, chiese ed ottenne asilo politico. Oggi Muki ha confermato alla radio pubblica israeliana Kan che Mollaei arriverà in nottata in Israele. Secondo i media, durante il suo soggiorno in Israele sarà accompagnato da una scorta di protezione. La Federazione israeliana di judo ha intanto espresso "ammirazione per il suo coraggio". (ANSAmed).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.