Italia e Austria in festa al “Città di Cantù”. Concluso il torneo internazionale di wheelchair

Tennis

Sono Marianna Lauro, tre volte paralimpica a Pechino, Londra e Rio de Janeiro, e Nico Langmann, giovane austriaco numero 19 al mondo, i vincitori del torneo internazionale di wheelchair “Città di Cantù”, evento organizzato dal Circolo Tennis Cantù in collaborazione con l’Osha Asp di Como e con l’aiuto di Aism e Comitato Italiano Paralimpico. Oltre cento le partite organizzate in quattro giorni, con condizioni meteo che sono andate dalla pioggia e dai temporali fino al sole splendente di domenica che ha “baciato” le finali.
Langmann era la testa di serie numero 1 e arrivava da due vittorie consecutive in Giappone e Portogallo. A Cantù ha fatto il tris non senza faticare, visto che sia nei quarti di finale (contro l’azzurro Silviu Culea) sia in semi (contro lo spagnolo Sisscar Meseguer) aveva dovuto ricorrere al terzo set per passare il turno. In finale invece tutto facile contro il tedesco Anthony Dittmar (6-1 6-1). Marianna Lauro invece ha vinto il torneo senza perdere un solo set, battendo in finale la testa di serie numero 1, la francese Charlotte Fairbank (numero 34 al mondo), per 6-4 6-2.
«Conto di rientrare tra le prime 24 tenniste al mondo, per tentare di giocarmi un’altra Paralimpiade – ha commentato al termine la Lauro – Prima però devo migliorare il mio ranking». E la strada intrapresa è quella giusta.
Tra i Quad è stata la tedesca Bianca Osterer (già numero 12 al mondo) a dominare i tabelloni di singolare e doppio (in coppia con Alberto Corradi).
Bella la finale di doppio maschile: gli azzurri Silviu Culea e Ivan Tratter hanno tentato l’impresa contro Laurent Giammartini (Francia) e Martin Legner (Austria), giocatori che in carriera erano stati rispettivamente numero 1 e numero 3 al mondo. Sotto per 6-3 5-1 è iniziata una spettacolare rimonta degli azzurri che tuttavia si è arenata sul 5-5, lasciando il titolo nelle mani degli avversari per 6-3 7-5.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.