La beffa del Tempio Voltiano: ci sono appalto e impresa, ma il cantiere non parte

Como, Tempio Voltiano

Il progetto di restauro c’è e l’impresa incaricata di effettuare i lavori pure, ma anche il mese di gennaio, nonostante gli annunci è trascorso senza l’avvio dell’atteso cantiere per la ristrutturazione del Tempio Voltiano.

Il monumento da quasi sei anni è aperto soltanto a metà. La galleria al primo piano è stata infatti chiusa nell’estate del 2014, dopo il crollo di una parte dell’intonaco del soffitto.

L’amministrazione comunale di Como aveva annunciato entro il mese di gennaio l’avvio dell’intervento di ripristino, per il quale è stata stanziata la somma di 120mila euro. L’obiettivo dichiarato era la riapertura completa per il periodo pasquale e l’avvio della fase clou della stagione turistica.

Il mese di gennaio è invece trascorso senza l’atteso avvio dell’intervento. I lavori per la sistemazione della struttura museale sono ancora al palo e si riduce la possibilità di una riapertura completa entro la primavera.

La giunta comunale ha approvato da tempo il progetto esecutivo del rifacimento dell’intonaco e delle decorazioni di alcuni soffitti del Tempio Voltiano. L’intervento prevede lavori sui soffitti del piano rialzato e sulla galleria del primo piano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.