La carica di Ambrì e Lugano

alt

L’inizio di stagione all’insegna dell’entusiasmo per le squadre ticinesi
L’entusiasmo è la nota che caratterizza l’inizio di stagione di Lugano e Ambrì Piotta, le due formazioni ticinesi che si preparano alla prossima stagione di Lega Nazionale A, la massima serie di hockey su ghiaccio della vicina Svizzera.  Un campionato che ha tanti estimatori

in Italia, anche grazie alla trasmissione di Etv “Esp-hockey”, che nello scorso campionato ha seguito da vicino le vicende del torneo rossocrociato.
E sono molti gli appassionati lariani che si concedono trasferte nella vicina Confederazione per osservare dal vivo le sfide delle due squadre.
Entrambe hanno iniziato la preparazione seguite da tanti tifosi, che alle rispettive presentazioni hanno manifestato tutto il loro entusiasmo. Cosa che ha fatto piacere ai rispettivi allenatori, Serge Pelletier per l’Ambrì Piotta e Patrick Fischer per il Lugano.
«Sono soddisfatto – ammette Pelletier – sicuramente la vicinanza dei nostri tifosi ci fa molto piacere, così come è bello sapere che le vicende dell’Ambrì Piotta sono seguite da vicino anche dagli appassionati comaschi».
«Anzi – aggiunge il tecnico dei biancoblù – sarebbe bello pensare a qualche iniziativa di gemellaggio che possa coinvolgere i nostri fan italiani, soprattutto quelli lariani».
Lo scorso anno l’Ambrì Piotta si salvò in volata. Dopo un non buon inizio di stagione, la squadra ticinese, con il cambio del coach e l’arrivo di Pellettier, migliorò notevolmente. «Il nostro obiettivo è progredire rispetto allo scorso anno, non lo nascondo – afferma ancora l’allenatore biancoblù – L’idea è quella di andare ai playoff, quindi finire nelle prime otto nella regular season, cosa non facile, anche perché vuol dire che si devono lasciare alle spalle altre quattro formazioni. Ma noi ci proveremo». Per quanto riguarda la squadra 2013-2014, Pellettier ammette che l’uomo più atteso «è il nuovo acquisto Alexandre Giroux, contiamo molto sulle sue performance».
L’Ambrì in questo periodo disputerà una serie di amichevoli toste: «Lo abbiamo voluto – conclude l’allenatore – proprio perché desideriamo fare subito test importanti». La prima sarà a Ferragosto contro il Cska Mosca. Il via del campionato sarà il 13 settembre con la trasferta di Ginevra, mentre il giorno dopo alla Valascia l’Ambrì riceverà il Rapperswil.
Per il Lugano, invece, il 13 trasferta proprio a Rapperswil e il 14 esordio casalingo con il Berna. Anche sulle rive del Ceresio c’è grande entusiasmo come ammette il nuovo allenatore capo Patrick Fischer: «È sempre bello cominciare una nuova avventura – dice – e sentire la fiducia della gente e dei nostri tifosi. Sicuramente il nostro inizio di preparazione è stato con il piede giusto». La squadra luganese sta lavorando intensamente sul ghiaccio e l’altra sera ha affrontato la prima amichevole, battendo il Traktor Cheljabinsk con il punteggio di 5-1.
«Dopo il lavoro sui pesi ci siamo spostati sul ghiaccio – afferma ancora Fischer – che è la cosa che i giocatori preferiscono. E anche da parte della squadra ho visto una gran voglia di fare bene».
L’obiettivo del Lugano 2013-2014 è fare meglio della scorsa stagione, quando la formazione della città ticinese uscì nei quarti di playoff con lo Zugo, dopo aver dimostrato, però, di poter ambire anche a qualcosa in più.
«All’epoca tutti dissero che il Lugano sbagliò nella cura dei dettagli – afferma il coach – Io sto lavorando per far sì che quando sarà il momento giusto ogni cosa sia a posto».
Ma c’è un tasto sul quale Patrick Fischer e il suo staff stanno insistendo: «Io voglio che la squadra abbia sempre una mentalità vincente – sostiene – e debba lottare dal primo all’ultimo minuto. Nel nostro sport le cose che contano di più sono la grinta, la determinazione, l’avere un obiettivo e fare di tutto per raggiungerlo. Questi devono essere i valori del nuovo Lugano: io e il mio staff insistiamo su questo tasto anche se abbiamo di fronte un gruppo di giocatori che non ha bisogno di troppe spiegazioni. Ho già visto che tutti sono motivatissimi».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Un derby del passato fra Lugano e Ambrì Piotta: il primo confronto di quest’anno è fissato sulle rive del Ceresio il 24 settembre

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.