La Caritas: «Migranti, servono leggi e non sentenze»
Città, Cronaca, Territorio

La Caritas: «Migranti, servono leggi e non sentenze»

«Servono regole più chiare, e un governo che legiferi. La questione migranti non possono deciderla solo i giudici». Parola di Roberto Bernasconi, direttore della Caritas di Como, in merito a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, che ha accolto il ricorso della Procura generale di Milano contro le sentenze emesse dal giudice di pace di Como sulla vicenda dei migranti irregolari.
Il giudice aveva prosciolto alcuni migranti, di diversa nazionalità, privi di permesso di soggiorno nella zona di Ponte Chiasso. Era stato invocato il proscioglimento dal reato di immigrazione clandestina per “tenuità del fatto”, in quanto vi sarebbe stata l’occasionalità della condotta. La tesi della difesa dei migranti ricorrenti era stata accolta dal giudice di pace. Si dava infatti per buono che i migranti, incensurati, fossero tutti in transito in Italia verso altri Paesi, a iniziare dalla Svizzera.
«La giustizia – sottolinea Bernasconi – non va legata alla sensibilità di un singolo giudice, simili sentenze complicano una situazione già complessa. Per questo bisogna avere regole. Quando riusciremo ad avere un governo, e sono dell’opinione che chi lavora nel terzo settore avrebbe molto da insegnare ai politici, si legiferi in modo serio per regolare questo fenomeno. Abbiamo leggi ormai obsolete».
Per Patrizia Maesani, capogruppo di Fratelli d’Italia in Comune a Como e sensibile al problema migranti, «chi si allontana senza autorizzazione o oltre le 72 ore dai centri di accoglienza migranti perde ogni possibilità di vedersi riconosciuta la protezione e quindi si mette in un limbo giuridico pericoloso. L’irrigidimento delle regole sancito dalla Cassazione fa chiarezza e ribadisce che le regole vanno rispettate».

7 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto