La Cgil di Como preoccupata per le difficoltà della “Rosa Blu” di Grandola ed Uniti

La struttura della Rosa Blu di Grandola ed Uniti
La struttura della Rosa Blu di Grandola ed Uniti

La Cgil Funzione pubblica di Como ha espresso oggi in un comunicato stampa «Preoccupazione per i lavoratori della Rosa Blu, struttura gestita da Anffas».

Secondo La sindacalista Fiorella Merlini, «Quattro mesi fa i lavoratori si sono rivolti a noi per avere informazioni: c’erano problemi di ritardi di pagamenti, ore in più rispetto al contratto e non sempre pagate, ferie arretrate non fruite. Abbiamo organizzato incontri e assemblee e, inoltre, sia il presidente sia il direttore generale ci hanno illustrato le complicazioni economiche».

L’intervento del sindacato è servito quantomeno a risolvere le questioni legate ai salari anche se, al momento, i dipendenti ricevono i soldi in ritardo e su due tranches.

«Abbiamo chiesto una verifica delle singole situazioni così da sapere, nel dettaglio, i problemi. Capiamo le difficoltà:  siamo però preoccupati per una situazione di difficoltà economica grave cui non si sa dove porterà» conclude nel comunicato Fiorella Merlini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.