La dura legge del rock non sfonda al sinigaglia

Il tempio dello sport tra sogni e incertezze
Gli alti e i bassi di una struttura prestigiosa. Jovanotti nel 2008 l’ultima star in campo

(m.prat.) Forse non sarà la location più agevole del mondo. Di certo, però, lo stadio Sinigaglia di Como qualche memorabile occasione rock nell’ultimo decennio l’ha offerta. Gli appassionati di heavy metal sicuramente non avranno dimenticato il triplo concerto che vide sul palco i mitici Deep Purple, gli immortali Status Quo e i travolgenti Cheap Trick. Fu una giornata davvero elettrica, all’insegna del migliore hard rock, organizzata all’interno del festival The Rhythm of the Lake nel 2004.

L’ultimo evento che si era svolto prima di allora sul prezioso manto verde degli “azzurri” fu il concerto dei Pooh nel 1991, mentre il clamoroso annullamento dello show di Claudio Baglioni nel 1992, per i noti motivi burocratici, segnò l’inizio di un abbandono che pareva definitivo. Ma i problemi non finiscono mai, perché due anni dopo il Sinigaglia avrebbe dovuto ospitare il concerto di Anastacia, che, invece, fu dirottata all’ultimo momento a Villa Erba a Cernobbio, episodio che di fatto incrinò definitivamente i già difficili rapporti tra il manager Vittorio Quattrone e Palazzo Cernezzi. A riportare la musica allo stadio, penserà poi nel 2008 la prima edizione del Festival Como Città della Musica organizzato dal Teatro Sociale di Como. Dopo l’uscita dell’album Safari, Jovanotti approda a Como per un concerto imperdibile, noto alle cronache anche per il lancio di una bacchetta che ferì uno spettatore, vicenda sulla quale è ancora in corso una causa civile. La volontà degli amministratori di restituire lo stadio alla città non è mai venuta meno, l’allora assessore alla Cultura del Comune di Como, Sergio Gaddi, non abbandonò mai l’idea. Di certo la crisi che stiamo vivendo oggi, che inevitabilmente coinvolge anche la musica dal vivo, non permette molte illusioni. Già non sarà facile riportare eventi di prestigio a Villa Olmo, dopo la felice esperienza dell’Arena del Sociale in via Bellini.

Nella foto:
L’esibizione dei travolgenti Cheap Trick allo stadio nel 2004. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.