La festa di Alzate: «Un evento che rappresenta la nostra storia e cultura»

Santuario Alzate Brianza

Anche la storica “Fiera secolare” di Alzate Brianza – evento legato all’immagine miracolosa della Madonna che si trova nel Santuario del XVI secolo – risente dell’introduzione del Green pass: si è stati costretti a rimandare al prossimo anno le iniziative “laiche” – ad eccezione del luna park e dei momenti musicali – e sono state mantenute solo quelle religiose perché, ha spiegato il sindaco Mario Anastasia, «il controllo dei pass sanitari avrebbe richiesto un numero troppo elevato di addetti, impossibile da gestire considerando che l’accesso alla fiera può avvenire da diversi punti del paese, anche attraverso i prati e le zone boschive adiacenti il viale del Santuario della Madonna di Rogoredo. Impossibile, quindi, presidiare tutti gli accessi per il controllo».
«Spero fermamente – ha specificato Anastasia – che il prossimo anno tutto possa tornare a una maggiore normalità. Tenevamo molto a questo appuntamento, ci eravamo organizzati per riproporlo nel 2021 nella sua interezza. Tutto sembrava procedere per il meglio, poi la problematica relativa al Green pass ha portato a prendere quella che è stata una decisione sofferta. Peraltro sarebbe stato difficile organizzare con la vecchia normativa, ma abbiamo fatto di tutto, contando sull’aumento delle vaccinazioni e sperando in numeri del contagio in miglioramento».
Anche ad Alzate, come nel caso di altre sagre e fiere del Comasco, quindi, si è dovuto ripiegare: non risulta possibile assicurare il rispetto delle prescrizioni vigenti. E così come per lo scorso anno, nella località brianzola sono state annullate la Fiera commerciale e la Rassegna zootecnica. «La Festa Secolare della Beata Vergine di Rogoredo, simbolo della nostra Comunità locale, che è il nucleo fondante della fiera di Alzate, si sta svolgendo regolarmente – ha detto il sindaco – Questo evento è un momento importante per tutti gli alzatesi, celebrativo della nostra identità, della nostra storia e cultura. Per noi è inoltre un onore e motivo d’orgoglio avere come ospite monsignor Mario Delpini, riferimento della Chiesa di Milano, che considera ormai questo come un appuntamento fisso nella sua agenda. Ne siamo davvero felici».
Non è stata una decisione semplice quella del primo cittadino, che ha aggiunto: «L’intenzione è stata di tutelare il maggior numero possibile di eventi, a partire da quello religioso. È stato possibile proporre anche il luna park grazie ai rigidi protocolli della categoria, che hanno consentito l’allestimento delle giostre».
«Lo stesso vale per gli eventi musicali, a cui teniamo molto – ha affermato Anastasia – che sono stati proposti con l’applicazione della normativa vigente».
In un suo messaggio rivolto agli abitanti di Alzate Brianza, Mario Anastasia ha tenuto a sottolineare: «Desidero ringraziare tutti i volontari che, fino all’ultimo, ci hanno creduto e si sono messi in gioco con serietà ed impegno. Ringrazio il responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale e il suo staff per aver prontamente avviato tutte le procedure necessarie per l’organizzazione della Fiera. Ringrazio il nostro Parroco don Lodovico Colombo con il quale abbiamo condiviso questo percorso, assicurandogli tutta la collaborazione possibile per l’organizzazione della Festa religiosa».
«Sono rammaricato per questa ennesima privazione ma, altresì, consapevole che quando ci sarà data l’occasione recupereremo il tempo perso – ha concluso – Auguro a tutti di vivere con intensità e serenità questi giorni di Festa e, nella speranza che il prossimo anno tutto possa tornare ad una maggiore normalità, vi saluto cordialmente con un arrivederci all’edizione 2022».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.