La giunta rincara le tariffe di musei, Biblioteca e Villa Olmo

alt

Approvati ieri gli aumenti

I numeri precisi si sapranno oggi. Ma la notizia è già una certezza: la giunta comunale, ieri, ha varato una lunga serie di aumenti legati alla gran parte delle strutture che ospitano eventi culturali.
Sono quindi stati ritoccati all’insù le tariffe per l’ingresso in Pinacoteca e negli altri musei civici comunali, anche se i rincari dovrebbero essere contenuti.
Inoltre sono stati aumentati i costi per coloro che intendono usufruire delle sale di Villa Olmo per eventi di natura commerciale

o promozionale. Anche l’affitto della sala convegni della Biblioteca di piazzetta Venosto Lucati ha subito un adeguamento.
Complessivamente, comunque, l’esecutivo di Palazzo Cernezzi ha effettuato un riordino vastissimo delle tariffe in vigore finora per gli spazi culturali della città.
Garantita, comunque, la gratuità per eventi patrocinati dalla stessa amministrazione o di carattere sociale e no-profit.

Nella foto:
Per organizzare eventi con finalità commerciali o promozionali, affittare Villa Olmo costerà di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.