La ’ndrangheta a Como: storia, cronaca e commenti

L’iniziativa – Domani in edicola un numero speciale del “Corriere di Como”
«Lario Connection». È il tema del numero speciale del Corriere di Como in edicola domani, interamente dedicato alle infiltrazioni delle cosche calabresi di ’ndrangheta nel nostro territorio. Mentre a Milano si svolge il processo d’appello della cosiddetta “Operazione Infinito”, la maxi-inchiesta che nel luglio del 2010 portò alla luce l’intreccio fortissimo e ormai inestricabile tra la malavita organizzata e la Lombardia, la questione della “colonizzazione” del territorio da parte delle
mafie si fa sempre più serio.
Ancora pochi giorni fa, una nuova operazione della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano ha scoperchiato gli illeciti scambi di favori tra la politica e le cosche. Il clamoroso arresto dell’assessore regionale alla Casa, Domenico Zambetti (Pdl) ha addirittura trascinato nella crisi la giunta guidata da Roberto Formigoni.
Il numero speciale del Corriere di Como permette a grandi linee di ricostruire lo sbarco della ’ndrangheta sul Lario, l’affermazione delle cosche, il loro insediamento e gli affari condotti dai boss dei “locali” brianzoli.
Nello speciale sono anche pubblicate alcune interviste a studiosi, storici e magistrati. Spicca, in particolare, la lunga conversazione con il procuratore aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, Michele Prestipino, autore tra l’altro di recente insieme con Giuseppe Pignatore di un volume sulle cosche al Nord (Il contagio, Laterza). Non mancano, ovviamente, i riferimenti alla dura attualità: dai fatti di Fino Mornasco alle minacce subìte dagli amministratori locali, fino al progetto di distretto antimafia lanciato dalla Cisl.

Nella foto:
Il procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria, Michele Prestipino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.