La nuova raccolta di Fabio Pusterla dal 18 settembre

Poesia
«Vento d’altura, cieli a perpendicolo. Il mattino oggi è una lastra di vetro verticale da cui cadono cose». A quattro anni da Corpo Stellare, arriva la nuova raccolta poetica del ticinese Fabio Pusterla, uno dei più accreditati studiosi del dialetto della Valle Intelvi. Argéman (240 pagine, 16 euro) uscirà il 18 settembre da Marcos y Marcos.
“Argéman” significa «lingua di neve perenne», ma è anche il nome di un piccolo paese in Palestina. Nel suo nuovo libro, Fabio Pusterla connette

più che mai richiami profondi di acque, terre e cielo con l’impegno civile di fronte agli allarmi della storia. Un noto artista ticinese, Luca Mengoni, ha immaginato la libellula, simbolo di questa nuova raccolta, per la copertina e l’ha realizzata con una tecnica antica. La stamperia d’arte Lafranca di Locarno stamperà su carta pregiata le cento calcografie, numerate e firmate dall’autore, che accompagnano la prima tiratura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.