La Parigi-Roubaix nel mirino di Davide Ballerini

Julian Alaphilippe Davide Ballerini

«Le mie aspettative erano ben differenti ma purtroppo il ciclismo è anche questo: la giornata è ormai archiviata. Ora testa gambe e cuore all’ultima gara della stagione». Il messaggio di Davide Ballerini è chiaro: da sempre il suo sogno è la Parigi- Roubaix e ora tutta la concentrazione del corridore canturino è sulla corsa che si corre domenica prossima, 3 ottobre.
L’atleta comasco è stato protagonista di un Mondiale sfortunato, domenica scorsa in Belgio, sulle strade delle Fiandre, che lui tanto ama.
Nelle fasi iniziali della competizione iridata l’azzurro è caduto assieme a Matteo Trentin e al danese Mads Pedersen. In quel momento i tre si trovavano in coda al gruppo per un rifornimento. Brutta botta per Davide che, pur soffrendo, è rientrato nel gruppo, ha aiutato la sua squadra a bloccare una fuga di corridori importanti e poi si è ritirato. Ballerini ha riportato qualche escoriazione ed è stato curato dallo staff medico della Nazionale. Il corridore canturino in quel momento aveva le borracce sulla schiena che nella caduta hanno fatto compressione, aumentando il dolore.
Unica consolazione di giornata, il successo finale del suo compagno di squadra alla Deceuninck-Quick-Step (nonché amico) Julian Alaphilippe, campione del mondo per il secondo anno consecutivo.
Il canturino si è prontamente ripreso e per il prossimo fine settimana partirà con grande carica nella prova da lui preferita, la Parigi-Roubaix appunto. Niente Giro di Lombardia, invece: la “classica delle foglie morte” non è mai stata nei suoi programmi e quindi il successivo 9 ottobre Ballerini non sarà al foglio firma della partenza in piazza Cavour. Rimane da capire, invece, se la corsa, considerato il buono stato di forma, possa invece entrare nel mirino di Alaphilippe: non sarebbe male vedere sul Lario la maglia iridata.

Nella foto, al centro Julian Alaphilippe e, sulla destra, Davide Ballerini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.