La poesia di Spazzi in Valle Intelvi

opera di Franco Spazzi

Proseguendo una felice tradizione, la Valle Intelvi in estate si popola di scrittori e artisti che danno vita, anche in questo anno difficile a causa del coronavirus, a tante iniziative culturali.
Il pittore e poeta milanese di origine intelvese Franco Spazzi, molto apprezzato dalla filologa Maria Corti, è protagonista di più incontri.
Domenica, 8 agosto, ore 11 a Villa Carla a Laino d’Intelvi, l’Appacuvi propone una conversazione dal titolo “Ma Dante aveva la barba?” dove interverrà anche la moglie di Spazzi Flavia Giuliani, studiosa del sommo poeta, che propone una visione originale e anticonformista della Commedia e lo stesso poeta e pittore proporrà una lettura poetica su Dante, tratta dal capitolo “Durante Alaghieri”, del suo libro di poesie “La cuscénza di tram” con le musiche del duo italo-irlandese “Gionata Fionnuala”. Coordina Maria Spazzi, presenta Marco Lazzati. Il 10 agosto alle 17, al Teatro di Castiglione d’intelvi, lettura di poesie dal titolo “Comparazione del dialetto di Franco Spazzi con l’italiano di Marco Lazzati”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.