La proposta di Acus: via Moro a doppio senso cancellando la corsia dei bus

Il luogo dove è avvenuta la violenza sessuale

Una proposta per l’asse viabilistico comasco che riguarda le vie Mentana-Ambrosoli-Moro-Morazzone. A formularla, a sindaco e assessore competente, è l’Acus di Como, Associazione civica utenti della strada (già artefice della proposta per la rotatoria in piazza San Rocco poi realizzata), che chiede di rivedere la monodirezionalità di via Aldo Moro.
La riflessione parte dalla presenza della corsia preferenziale per i bus da tempo inutilizzata, visto il trasferimento della sede e del deposito automezzi della società di trasporto pubblico.
«Ne deriva l’opportunità di effettuarne la cancellazione – scrive l’associazione comasca in un comunicato – per creare il doppio senso di marcia».
«Questa opzione – si legge ancora nel documento inviato da Acus al Comune di Como – riconsegnerebbe all’uso generale un tratto di demanio stradale ad oggi sottratto sulla scorta di presupposti di diritto non più sussistenti».
In sostanza viene chiarito che, potendo sfruttare l’arteria in entrambi i sensi di marcia, ci sarebbe un contributo sulla viabilità dell’intero quadrante e fino a via XX Settembre, piazzale Gerbetto e viale Giulio Cesare, il tutto realizzabile con pochi interventi di segnaletica orizzontale e verticale. Vengono quindi forniti degli esempi. I veicoli che provengono da via XX Settembre e da via Carloni diretti a Sud (ma anche ai parcheggi dell’Ippocastano o dell’Università) eviterebbero l’utilizzo di via Giulini per risalire via Mentana, trovando alternativa diretta verso via Ambrosoli, lungo – appunto – via Aldo Moro. L’obiettivo di questa proposta – dicono ancora dall’associazione – è proprio alleggerire e sgravare alcuni punti, oggi, spesso congestionati. Le conseguenze si farebbero sentire anche sulla confluenza di via Morazzone su viale Giulio Cesare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.