La prova del ponte dell’Immacolata

Il commento
di Marcello Dubini
Il ponte dell’Immacolata appena concluso, complici l’avvicinarsi delle festività natalizie e le manifestazioni promosse dalla Città dei Balocchi, ha riempito le strade di auto e le piazze di persone, a riprova di quanto il capoluogo possa diventare attrattore di grandi volumi di traffico e di visitatori.
Un risultato più che positivo per Como, ma anche un termine di confronto con cui chi intende mettere mano alla viabilità cittadina deve fare i conti. Perché se domenica e lunedì il lungolago fosse stato chiuso al transito, il traffico sarebbe del tutto collassato.

Ovvio, il progetto di pedonalizzazione del lungolago comporterebbe di pari passo un piano di revisione dei flussi di traffico. Sarà tutt’altro che facile, però, trovare una soluzione che possa far convivere ciò che molti auspicano, ovvero una città viva e piena di gente, non soltanto di giorno ma anche di sera, e nello stesso tempo non strangolata da una fiumana inarrestabile di auto che producono rumore e inquinamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.