La sposa di George sceglie una griffe inglese

altAccompagnata dalla madre ha provato un abito di Alexander McQueen lo stilista di Kate Middleton
Se Angelina Jolie aveva scelto pochi giorni fa un lungo abito bianco firmato Atelier Versace e realizzato con il raso della tessitura Taroni di Como, Amal Alamuddin ha preferito una griffe britannica. Il bell’avvocato libanese che ha infranto il cuore di George Clooney il 12 settembre indosserà un vestito di Alexander McQueen. Nessun omaggio all’Italia, quindi e ai suoi grandi stilisti, anche se non è detto che tutto o parte del vestito da sposa sia stato cucito con i pregiati tessuti lariani.

La futura signora Clooney è stata pizzicata da alcuni paparazzi direttamente nel quartier generale di Alexander McQueen a Londra, accompagnata dalla madre Barria.
«Difficile pensare che stesse scegliendo un vestito per le udienze, considerato che Amal e la mamma hanno trascorso all’interno dell’edificio oltre due ore – si legge sul portale Grazia.it che conferma le indiscrezioni di diversi siti Internet di gossip e moda internazionale – e che uscendo hanno abbracciato con affetto una delle sarte».
D’altra parte per ogni donna inglese, pur d’adozione, sposarsi con indosso un Alexander McQueen vuol dire diventare principesse per un giorno.
Il brand ha infatti fasciato le gentili curve di Kate Middleton per il royal wedding con il Principe William. L’eclettico e sfortunato stilista londinese, prematuramente scomparso nel 2010 quando aveva da poco compiuto quarant’anni, ha lavorato per Romeo Gigli, Givenchy e Gucci. Le sue creazioni sono sopravvissute alla sua morte e oggi con la direttrice creativa e stilista Sarah Burton, che ha firmato proprio l’abito da sposa di Kate Middleton, il marchio rappresenta probabilmente il top in materia di wedding.
E George? La star di Hollywood ha già sciolto le riserve da tempo. Indosserà un capo di Armani, suo stilista di riferimento ormai da anni. Una squadra del marchio italiano è già stata tempo fa – come assicurano i siti di gossip – nella casa di Clooney a Laglio per prendere le misure allo sposo e ai suoi testimoni.
Clooney, come detto, veste spesso e volentieri Armani, come alla cerimonia di consegna dei premi Oscar, oltre ad essere sempre presente alle presentazioni delle collezioni, dove siede in prima fila e al termine delle esibizioni è tra i primi ad abbracciare “Re Giorgio”. L’ultimo segreto da svelare a questo punto rimane la location.

Paolo Annoni

Nella foto:
Una delle ultime uscite pubbliche di George Clooney e la futura moglie Amal Alamuddin pubblicate dal settimanale “Chi”. L’avvenente avvocato di origini libanesi ha scelto l’abito per il suo sì

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.